Whistleblowing

Si rende noto che ogni segnalazione effettuata sarà accuratamente processata assicurando la massima riservatezza relativamente all’identità del segnalatore, ciò in piena conformità con quanto previsto dall’articolo 12 del Decreto Legislativo 10 marzo 2023, numero 24. Sono inoltre garantite al segnalatore specifiche misure di tutela e esenzioni di responsabilità, come delineate negli articoli 16 e 20 del suddetto decreto legislativo. È importante sottolineare che, secondo le disposizioni dell’articolo 16, comma 3, del medesimo decreto, verranno considerate passibili di sanzioni disciplinari le eventuali pratiche abusive del sistema di segnalazione, quali denunce effettuate con evidente intenzione speculativa o con lo scopo esclusivo di recare danno all’individuo denunciato o ad altre parti coinvolte. Questo include qualsiasi forma di abuso o uso improprio del sistema di segnalazione, specialmente se perpetrato con intenzione fraudolenta o grave negligenza. Per quanto riguarda il trattamento dei dati personali, sia del segnalatore sia di eventuali soggetti da lui menzionati, si procederà nel pieno rispetto delle disposizioni normative vigenti, che comprendono il Regolamento Europeo 679/2016, il Decreto legislativo 30 giugno 2003, numero 196, e il Decreto legislativo 18 maggio 2018, numero 101, tutti incentrati sulla tutela dei dati personali. Queste procedure sono in linea con quanto disposto dall’articolo 13 del Decreto Legislativo 10 marzo 2023, numero 24, assicurando un trattamento dei dati attento e conforme alle normative vigenti in materia di privacy e protezione dei dati personali.